.
Annunci online

hp_hdr
 
tirzio 
Rebel Scum - Thoughts from a rebel mind
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  1. Mon amour, mon coeur
2. Il folle P.E.
3. Elio
4. Carta canta
5. Banane
6. Frinisce
7. Mambro!
8. Gonzo
9. Nerd!
10. Punto informatico
11. Weird
12. Interstizi
13. Geniali!
14. Daniele
15. J'adore
16. Guru.N.1
17. Guru.N.2
  cerca


Il mio amore, la
donna cannolo:



Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. I commenti anonimi saranno inevitabilmente cancellati.


 

Diario | Delirii di inizio millennio | Testi | Citazioni e non | C'è chi dice NO | C'è chi dice SI | Il Sig. Murphy e le sue leggi | Fatti di sicuro interesse | Celest-1 | La stirpe De Darzii | Il significato delle parole | Arte-mind | Iperdurismo | Repliche | Search keys |
  Diario 479590visite.

24 marzo 2005

E LA VITA?

Lettera dal solito amico che non conosco:

Sulla porta della farmacia di XXX, da dieci anni c’è un cartello con la scritta “Questa Farmacia apre solo nel pomeriggio dalle 15.00 alle 20.00.  Il mattino lo dedichiamo alla vita.”
Firmato “Il farmacista.”
Nei primi tempi, la reazione del quartiere era stata intensa e ognuno si chiedeva se il farmacista fosse impazzito o avesse da fare i conti con qualche evento terribile.
Poi, poco a poco, se qualcuno aveva bisogno di un farmaco, semplicemente lo andava a comprare nel pomeriggio.
Certo l’accordo che il farmacista aveva fatto cinque anni fa con il garzone del panettiere era invece tra i più strani.
Me lo aveva comunicato nella massima riservatezza la cassiera del bar che, raccomandando discrezione, lo aveva raccontato a tutto il quartiere.
“Si tratta di una specie di patto col diavolo”, aveva soggiunto a voce bassa prima che me ne andassi, gettando su tutta la faccenda una luce malevola e completamente priva di fondamento.
Il garzone del panettiere era un ragazzo, dall’intelligenza pronta, la battuta irresistibile, spettacolare anche nei suoi silenzi ammiccanti.
In realtà alla fine di una discreta indagine sull’accaduto avevo scoperto che l’accordo era nuovo e assolutamente originale.
Il farmacista aveva proposto al ragazzo di “comprare mezza giornata del suo tempo di lavoro” col patto che questo tempo di libertà lo dedicasse a “vivere”.
“Tu chiedi di lavorare part-time, cioè quattro ore al giorno e io, per cinque anni, pago la differenza del tuo salario.
Se adesso prendi 1000 Euro al mese e lavorando mezza giornata te ne danno 500, per cinque anni io ti pago gli altri 500 e tu ogni giorno sei libero per mezza giornata.”
“E nella mezza giornata libera cosa farò?”
Aveva chiesto il ragazzo abbastanza smarrito.
“Vivi.”
“Cioè?”
“Farai tutto quello che ti piace, imparerai a leggere dei buoni libri, ascolterai musica o ti farai delle passeggiate o andrai a trovare gli amici, o ti costruirai un tavolo, o non farai assolutamente nulla e ti siederai nel tepore del sole, lasciandoti andare al fluire dei pensieri.”
“E dopo? Passati i cinque anni, che faccio?”
“Passati i cinque anni sarai un’altra persona e allora vedremo.”
Ora i cinque anni sono trascorsi e il ragazzo in poco tempo è diventato una vera star, prima della radio, poi della televisione. Amato dai giovani, non solo si è appassionato a leggere i grandi classici, ma ha imparato a scrivere e pubblicato con successo il suo primo romanzo.
Ieri mattina ho incontrato il ragazzo col grembiule da panettiere...
“Ma come? Sei ormai famoso e vai in giro vestito così?”
“Al mattino faccio sempre il panettiere. Mi piace.”
(S.A.)




permalink | inviato da il 24/3/2005 alle 12:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        aprile